Atti osceni in luogo privato – Marco Missiroli

di Simona Foglia


Sonata in F, K 377 – Mozart pag. 118: “Durante il percorso ascoltai la K. 377 di Mozart che Marie aveva detto di usare in caso di malinconia con barlumi di speranza. Suivre le violon, Grand. Dovevo seguire il violino, e io gli rimasi alle calcagna finché non arrivai in piazza Duomo.”
Libertango – Astor Piazzolla pag. 138: “Brindammo ai saliscendi con Sangiovese e Libertango di Astor Piazzolla che inaugurò la risalita.”
Luci a San Siro – Roberto Vecchioni pag. 157: “Si intimidì davanti a Giorgio, canticchiò Luci a San Siro di Vecchioni fingendo di sapere le parole.”
Carmina Burana – Carl Orff pag. 177: “Dovevo fare colazione a letto, Bon anniversaire ometto di mondo!, lei avrebbe pensato alla colonna sonora. Scelse i Carmina Burana perché, sostenne, un quarto di secolo merita impeto.”
Easy lover – Phil Collinspag. 208: “Facemmo il tragitto di ritorno con Phil Collins, i Pink Floyd, Ivan Graziani, avevamo la stanchezza del cloro e io un senso di terrore. Lei cantava Lugano addio e continuò a cantarla anche quando parcheggiò sotto casa.”
Time – Pink Floydpag. 208: “Facemmo il tragitto di ritorno con Phil Collins, i Pink Floyd, Ivan Graziani, avevamo la stanchezza del cloro e io un senso di terrore. Lei cantava Lugano addio e continuò a cantarla anche quando parcheggiò sotto casa.”
Lugano addio, Ivan Graziani pag. 208: “Facemmo il tragitto di ritorno con Phil Collins, i Pink Floyd, Ivan Graziani, avevamo la stanchezza del cloro e io un senso di terrore. Lei cantava Lugano addio e continuò a cantarla anche quando parcheggiò sotto casa.”
Les amants d’un jour – Edith Piaf pag. 221: “L’antipasto della serata fu Les amants d’un jour, a cui si aggiunsero i cappelletti con variazione a base di scorza di limone e pepe rosa, e un vitellino al latte agli agrumi.”
Ma il cielo è sempre più blu – Rino Gaetano pag. 224: “Per quella sera scelse Astor Piazzolla, Vecchioni, Guccini e come ultimo Il cielo è sempre più blu di Rino Gaetano.”
Milord – Edith Piaf pag. 246: “Sappiamo di certo che si era preparata un cd con Milord, Edith Piaf, e aveva chiesto di diffonderlo nello stanzino mentre beveva l’ultimo sorso.”

Editore: Feltrinelli

Ascolta la colonna sonora: https://open.spotify.com/playlist/7LAmvplpr4fSkBdSA9ttda?si=cZSh-Uw7QdyfjgwX9PbukQ

Qui trovate il nostro articolo sul romanzo “Fedeltà”, sempre dello stesso autore Marco Missiroli: http://readandplay.it/fedelta-marco-missiroli/

La colonna sonora di “Atti osceni in luogo privato” di Marco Missiroli